RSS

Che bella giornata per Checco Zalone

08 Feb

Che Bella Giornata Checco e Farah

Il film Che bella giornata per la regia di Gennaro Nunziante, uscito nelle sale il 5 gennaio 2011, già all’esordio raccoglie 2,62 milioni di incassi. Un dato stupefacente per alcuni, specialmente per i non amanti di Checco Zalone, protagonista assoluto del film.

C’è una fascia di pubblico molto sensibile all’umorismo di questo personaggio che già nel nome d’arte fa scaturire una risata. Il nome d’arte Checco Zalone deriva dall’espressione del dialetto pugliese “che cozzalone”, ossia “che cafone”.

Il nome ha un suono ancora più buffo se pronunciato alla francese, come dall’attrice Nabiha Akkari nel ruolo di Farah, che con la sua dolcezza ed il suo quasi naturale stupore enfatizza la sorpresa di fronte ad un personaggio fuori dal comune come lui.

Chi è invece indifferente alla comicità alla Checco Zalone, non capirà le ragioni di un tale successo e come mai sia entrato a far parte della top ten dei film di maggiore incasso in Italia, raggiungendo i 40.000.000 euro.

Devono esserci una serie di motivi per cui è diventato talmente popolare. Io ne ho trovati alcuni.

Dalla Puglia con umore

Caparezza in mezzo ai Trulli

Lo avevamo già conosciuto sul grande schermo nel 2009 con Cado dalle Nubi, sempre per la regia di Nunziante. Diceva il finale del Trailer: “il nuovo film di Checco Zalone, “cado dalle nubi” nei migliori cinema…e anche in quelli che fanno cacare…perchè no??”

Checco Zalone è meglio conosciuto al grande pubblico grazie alle sue esibizioni nella trasmissione Zelig su Italia Uno dove i suoi personaggi colpiscono per l’ironia e l’uso sgrammaticato dell’italiano.

Al di là delle battute umoristiche e delle scene di pura ilarità, di Checco Zalone colpisce sicuramente il suo modo di parlare. Motivo perciò di maggiore divertimento. Dopo il grande Lino Banfi appartenente ormai a generazioni passate, pochi pugliesi si sono affermati sulla scena comica utilizzando il dialetto come fonte di divertimento.

L’orecchio degli spettatori è ormai troppo abituato e quasi stufo di sentire accenti napoletani, romani, siciliani. Quello che si conferma per simpatia è ancora una volta un meridionale ma stavolta è l’accento pugliese a farla da padrona.

Anche il cantautore e rapper Caparezza altrimenti detto Michele Salvemini si cala tra i personaggi di Che bella giornata, senza intaccare la propria personalità (anche perchè interpreta se stesso), ma anzi approfittandone per metterla ironicamente in evidenza.

Ritorno alle origini

Che bella giornata ci da un assaggio della cultura e dei costumi della regione Puglia e di sicuro il Turismo ne risentirà positivamente. Com’è avvenuto per la regione Basilicata grazie al popolare film Basilicata Coast to Coast per la regia di Rocco Papaleo (Papaleo fa anche parte di Che bella giornata, nel ruolo di padre di Checco).

Nonostante buona parte del film sia ambientato a Milano, al Duomo e nella campagna circostante, alcune delle scene più belle in Che bella giornata sono state infatti girate fra i bellissimi campi di grano e i trulli della Puglia.

Video panoramica puglia o trulli

In occasione del BiFest 2011 di Bari, in cui vengono premiati il produttore Pietro Valsecchi, il regista Gennaro Nunziante, e l’attore Checco Zalone.

Il governatore della Puglia Nichi Vendola, spesso imitato da Zalone, non si schernisce, anzi lo chiama ironicamente “il mio persecutore” e osserva divertito l’imitazione in diretta:

Su una cosa di certo il governatore non si sbaglia, ossia proprio le motivazioni del successo di Luca Medici alias Checco Zalone:

“una comicità che io trovo innovativa, perchè ci sta emancipando da quella terribile dittatura della volgarità che sembrava avere invaso tutto il campo della comicità. In questo caso, la comicità leggera, arguta, ci fa ridere, sorridere e persino pensare”

Zalone, umorismo o realismo?

Insomma: cafone, arrogante, ignorante ma pur sempre simpatico. Checco Zalone conquista la maggior parte degli italiani e sicuramente continuerà a farlo.

In Che bella giornata, la sua ironia nasconde la triste verità di un’Italia popolata da fannulloni, raccomandati e irresponsabili che spesso assumono il potere o trovano posizioni lavorative migliori di coloro che sono veramente meritevoli.

Una battuta su tutte:

“Tu studi? Non serve a un cazzo qui [in Italia]!”

E voi?

Amore o odio per Checco Zalone?

 
1 Commento

Pubblicato da su febbraio 8, 2011 in Cinema, Film, Video

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Una risposta a “Che bella giornata per Checco Zalone

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: