RSS

150 anni dell’Unità d’Italia – come e perché festeggiarli

15 Mar

Fautori dell'Unità Nazionale

Fautori dell'Unità Nazionale: Giuseppe Mazzini, Conte di Cavour, Giuseppe Garibaldi, Vittorio Emanuele II

Pochi ricordano la storia del nostro paese, l’Italia. Molti hanno sepolto i loro libri di storia in cantina. Dal mio canto, la storia è sempre stata una delle mie materie preferite, quella che mi ha fatto prendere coscienza degli eventi principali del nostro paese e che mi ha spinto oggi a scrivere un post dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia.

Perché festeggiare l’Unità d’Italia

Come ogni anno, il 17 marzo c’è una ricorrenza molto importante per la nostra patria, ma nel 2011 vi saranno varie celebrazioni durante tutto l’anno poiché ricorre il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia. Fu infatti nel 17 marzo 1861 che nacque l’Italia come stato unitario.

Il Regno d’Italia è il risultato dell’unità nazionale voluta dal Risorgimento, un periodo storico e culturale trainato da Giuseppe Mazzini ed altri illustri intellettuali, ed ottenuta tramite la Prima e la Seconda Guerra d’Indipendenza e la Spedizione dei Mille, guidate coraggiosamente da Garibaldi. Questi eventi hanno reso l’Italia libera dalla dominazione straniera e hanno unificato tutti i piccoli stati preesistenti nel territorio in un unico Stato regnato da Vittorio Emanuele II.

Dopo il 1861, vi fu la Terza Guerra d’Indipendenza che rese Veneto e Friuli-Venezia Giulia parte del neonato Regno. Quella guerra si concluse con un evento memorabile, chiamato la Presa di Roma.

Il 20 settembre 1870 infatti, i bersaglieri riuscirono ad aprire un varco tra le mura della città denominato breccia di Porta Pia.

Quest’ultimo evento in particolare, oltre a conquistare Roma, decretò la fine dello Stato Pontificio e quindi del potere temporale dei Papi in Italia (causando non pochi contrasti con la Chiesa, con la quale si giunse ad una riappacificazione con i Patti Lateranensi del 1929).

Fortemente voluta dal conte di Cavour – che morì nel 1861 – nel 1871 Roma fu dichiarata Capitale d’Italia – togliendo il titolo a Firenze.

La Presa di Roma rappresentò un evento importantissimo per l’Unità d’Italia ed è stato documentato in un film realizzato nel 1905, intitolato appunto “Presa di Roma” (presto sarà pubblicato un post dedicato a questo film – iscrivetevi per non perderlo!).

Come festeggiare i 150 anni dell’Unità d’Italia

Il sito ufficiale dei 150 anni d’Italia ha pubblicato le ricorrenze e i festeggiamenti che ci saranno durante l’anno.

In alcuni comuni saranno creati cortei e manifestazioni in piazza.

E voi? Come festeggerete l’Unità d’Italia?

Conclusioni

Gli eventi legati al Risorgimento cambiarono per sempre la faccia dell’Italia. Contribuirono ad una nuova e diversa formazione dello stato d’Italia. Si iniziò a guardare ad un nuovo tipo di governo e ci si aprì ad ideali liberali.

Quasi in ogni città d’Italia oggi ha almeno una via, una statua, un monumento dedicati ai fautori dell’Unità Nazionale: Giuseppe Mazzini, Giuseppe Garibaldi, il Conte Camillo di Cavour, Re Vittorio Emanuele II.

Festeggiare l’Unità d’Italia è un dovere nei confronti di chi ha fortemente voluto l’unione del nostro paese, di chi ha dato la propria vita nelle battaglie, di chi si è impegnato in un ideale ed è riuscito a portarlo a compimento.

Tra chi ancora pensa che la separazione dell’Italia sia un bene e chi invece serba l’onore della patria in cuor suo, nel 2011 l’Unità d’Italia è ancora una realtà.

E voi? Credete nell’Unità d’Italia? Come la festeggerete?

© Valentina Grassiccia,Comunicazione & Multimedia, 2010-2011

Approfondimenti e link utili

Sito ufficiale dedicato ai 150 dell’Unità d’Italia.

La storia d’Italia è così lunga e ricca di eventi e personaggi, che non poteva essere racchiusa in un singolo post. Pertanto è consigliabile approfondire gli argomenti grazie a queste fonti dettagliate ed obbiettive, provenienti da Wikipedia – a meno che siate ancora a scuola e possiate usufruire dei vostri preziosi libri di storia!

Storia d’Italia

Storia d’Italia dal 1861 ad oggi

Il Risorgimento

Presa di Roma

Approfondimenti sulla storia dei personaggi che hanno contribuito a realizzare l’Unità d’Italia:

Giuseppe Mazzini

Giuseppe Garibaldi

Vittorio Emanuele II

Camillo Benso, Conte di Cavour

Presto saranno pubblicati due documenti multimediali molto importanti che fanno parte della Storia dell’Unità d’Italia

ISCRIVETEVI A Comunicazione&Multimedia PER NON PERDERE FUTURI AGGIORNAMENTI – è gratis, naturalmente!

 
4 commenti

Pubblicato da su marzo 15, 2011 in Comunicazione

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

4 risposte a “150 anni dell’Unità d’Italia – come e perché festeggiarli

  1. Luisa

    marzo 15, 2011 at 3:18 pm

    Come festeggio l’Unità D’Italia…

    Credo che oggi ci dimentichiamo cosa significhi veramente tenere un paese unito, avere la fortuna di vivere in democrazia e di essere (quasi) liberi di fare (quasi) tutto. Le imprese dei grandi uomini della nostra storia sono dimenticate e c’è persino chi, per motivi politici o ideali, mette in discussione L’Unità D’Italia – senza pensare al fatto che non dovremmo mettere in discussione il passato, bensì il presente e magari il futuro!
    Io mi vergogno di certi commenti ed espressioni che molti personaggi illustri rilasciano quando parlano del Bel Paese e non condivido certe scelte politiche che più che far bene cercano di mettere contro un popolo giovane, che a quanto pare, nonostante i suoi 150 anni, non ha ancora trovato un vero equilibrio. a, nonostante tutto, sono orgogliosa di essere ITALIANA festeggerò il 17 Marzo… con un pensiero a chi si è battuto per l’unità e perchè no, magari sventolando una piccola bandiera tricolore!

     
  2. Noemi

    marzo 18, 2011 at 8:39 pm

    la festa dell’unità d’Italia è appena trascorsa e, tra festeggiamenti, inni e gioia, il mio pensiero va solo ed esclusivamente a coloro che, in un modo o in un altro, cercano di compromettere proprio tale unità, convincendosi forse, che è l’unico modo per incrementare il Progresso Italiano (economico e non).
    ho ascoltato tantissimi commenti futili, sciocchi, senza alcuna gratitudine a coloro i quali hanno permesso all’ITALIA di diventare tale.. Smettiamola di fare sempre i soliti discorsi, Sud, Nord, Centro… siamo L’italia e nessuno potrà mai toglierci questa grandissima fortuna!!!😀

     

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: